Clienti di prossimità per il turismo dell’Alto Adriatico

Il turismo, a causa della pandemia, risulta essere probabilmente il settore più colpito, per questo diventa urgente e irrinunciabile per gli operatori del settore più attenti cercare di mettere in campo nuove strategie per ridurre l’impatto negativo di questa stagione.

Nello specifico ci rivolgiamo a tutte le strutture recettive delle spiagge dell’Alto Adriatico, che grazie alla profondità disponibile per gran parte di queste, possono accogliere clienti rispettando le normative di sicurezza e garantendo quindi per l’ospitalità, uno standard qualitativo molto elevato, elementi questi molto importanti da inserire nella comunicazione.

All’impegno di cercare di recuperare il più possibile i mesi persi, si aggiunge una domanda lecita e importante. Se i clienti stranieri che rappresentano una grande percentuale delle presenze abituali, molto probabilmente ne arriveranno pochi, cosa fare per cercarne di nuovi?

Per prima cosa dobbiamo essere realisti, sappiamo che per un certo periodo che comprende anche l’estate, anche gli italiani non faranno grandi spostamenti dalle zone dove risiedono, per due motivi; il primo e più importante è quello sanitario. Finchè non ci sarà una soluzione definitiva al virus, è probabile che si preferisca non essere troppo lontani da casa, se malauguratamente dovessi avere i sintomi, nel caso peggiore vorremo poter andare nelle strutture che conosciamo. Il secondo motivo è di natura economica, vista la situazione non ben definita, è probabile che si sceglieranno vacanze brevi e in strutture ben organizzate.

 

Quindi cosa fare?

È chiaro che non si potrà contare come abbiamo detto sulla clientela italiana che arriva da lontano, men che meno su quella straniera, quindi si dovranno cercare clienti nelle zone vicine, nella nostra regione e in quelle più vicine.

 

Basterà l’attività sul web?

La nostra risposta è no, vediamone i motivi assieme, per recuperare clientela si dovrà cercare di comunicare con più target possibili includendo quindi anche persone di età medio/alta, interessate ai benefici del sole e del mare. Queste ultime per certi aspetti risultano essere molto interessanti, perché sono le fasce con più disponibilità di tempo ed economicamente più avvantaggiate, ma meno abituate alle nuove tecnologie.

 

Come contattare questi clienti?

Se mettiamo assieme queste coordinate Target d’età media e medio/alta, turismo di prossimità, scarsa propensione alle tecnologie, riteniamo che a completamento del web marketing, sia assolutamente adeguato aggiungere un media come la televisione privata locale.

 

Quali sono i vantaggi?

Le televisioni locali più importanti, grazie alla grande attenzione verso le notizie sulla pandemia hanno quasi raddoppiato gli ascolti in questi mesi. L’aumento è sicuramente da considerarsi in virtù del lockdown, ma le analisi sugli ascolti dimostrano che l’abitudine acquisita in questi mesi rimarrà a lungo.

La maggior parte del target d’ascolto è rappresentato dalle fasce d’età che vanno dai 45 ai 75 anni.

Bonus del 50% di credito d’imposta sulla pubblicità televisiva del 2020 come da DL rilancio di maggio

Uno spot televisivo ci permette di parlare ai telespettatori evidenziando i punti fondamentali della filiera del turismo ricordando allo stesso tempo il bonus vacanze di 500 euro per le famiglie con l’isee fino a 40.000 euro

L’obiettivo principale dello spot è quello di creare interesse e indirizzare i clienti verso un’offerta precisa:

  • emozionare,
  • informare,
  • prenotare.

 

La nostra agenzia vanta una esperienza trentennale con le pianificazioni televisive anche nel settore del turismo e oggi abbiamo preparato per il bacino termale, una strategia molto conveniente e competitiva che abbina  il mezzo televisivo con il web, e che per i motivi che abbiamo spiegato può rivelarsi come un valido aiuto per questo periodo imprevisto.

Cosa vi proponiamo:

  • Pianificazione sulle migliori emittenti televisive con più ascolti sul Veneto e regioni limitrofe con target di riferimento ideale;
  • Pianificazione web sulle principali piattaforme come Google Facebook Istagram;
  • Bonus del 50% come credito d’imposta sulle spese televisive del 2020;
  • Creatività e produzione della campagna pubblicitaria.

È il momento per tutti di cambiare i nostri schemi e le nostre abitudini, e aprire il nostro sguardo a nuove soluzioni, per questo motivo contattateci anche solo per avere informazioni più approfondite, siamo sicuri che sarà comunque un tempo costruttivo per entrambi.

 

Come cercare nuovi clienti per salvare la stagione turistica